Carrozzieri

LA SODDISFAZIONE DEI CARROZZIERI DI CONFARTIGIANATO PER L'APPROVAZIONE DEL DDL CONCORRENZA

L'approvazione del DDL concorrenza, avvenuta ieri da parte del Senato, è accolta con entusiasmo da Confartigianato Taranto ed in particolare dalla categoria dei carrozzieri. Ad esprimere la soddisfazione dell'associazione sono le decine di carrozzieri aderenti che attestano la piena soddisfazione per l'approvazione di questo DDL che è per loro una grandissima soddisfazione e li ripaga dell'impegno profuso in questi due anni nei quali sono stati uniti, compatti, capofila di una mobilitazione che oggi arriva felicemente a conclusione.

I carrozzieri di Confartigianato si sono impegnati a fondo contro la prima stesura di questo decreto che danneggiava tutti, automobilisti e carrozzieri, a vantaggio delle compagnie assicurative e oggi è forte l’orgoglio e la soddisfazione di aver condotto in porto, vincendola, una battaglia giusta.

Ed ecco dunque, in sintesi, cosa sancisce la legge approvata oggi al Senato.

La nuova legge sancisce la libertà di scelta dell'automobilista del carrozziere di fiducia senza vincoli o decurtazioni dell'importo quantificato dalla Compagnia. E' ribadito, inoltre, il diritto alla cessione del credito a favore delle imprese di carrozzeria. Vengono, in estrema sintesi, rispettate le basilari regole del mercato e si tutelano tutti gli operatori del settore da quelli che hanno scelto di rimanere indipendenti fino a coloro che hanno sottoscritto accordi di convenzionamento con le Compagnie di Assicurazione.

Dunque una vittoria su tutti i fronti che ha avuto anche la Confartigianato di Taranto in prima fila, una vittoria grande, che premia il lavoro dell'Associazione che in questi anni è riuscita a mobilitare non soltanto la categoria, ma anche i parlamentari e le istituzioni del territorio per l'ottenimento di un risultato che, oltre alle imprese, tutela cittadini e la libera concorrenza del mercato.

AUTORIPARAZIONE: gli adempimenti essenziali in tema di gestione dei rifiuti

In considerazione della massiccia azione di vigilanza e controllo posta in essere in questi giorni dalle forze dell’ordinee dagli organismi preposti al controllo presso le imprese operanti nel settore dell’autoriparazione, al fine di verificare la corretta gestione dei rifiuti, Confartigianato Taranto ritiene utile ricordare gli adempimenti essenziali previsti dalla normativa di settore.

Leggi tutto: AUTORIPARAZIONE: gli adempimenti essenziali in tema di gestione dei rifiuti

Nuove disposizioni sul soccorso stradale

Il Ministero dei Trasporti ha deciso: il trasporto di veicoli danneggiati/da riparare è esentato da autorizzazione di trasporto
Il mezzo incidentato e bisognoso di trasporto ai fini del soccorso non deve assoggettare il trasportatore alle norme relative al trasporto classico ma a quelle del "trasporto speciale" poiché si tratta di mezzi incidentati, non di beni di consumo o merci nuove.
E' nata da questa considerazione la protesta di CNA Autoriparazione sul soccorso autostradale che ha portato a una grande vittoria sindacale a favore degli operatori del settore, e in particolare dei soccorritori stradali.
Con circolare 2/2002 del 29 febbraio 2012, infatti, il Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti ha disciplinato il trasporto dei veicoli oggetto di soccorso stradale. In recepimento della direttiva comunitaria, il Parlamento Europeo ed il Consiglio hanno stabilito nero su bianco che "il trasporto di veicoli danneggiati o da riparare" sia esentato da ogni autorizzazione di trasporto (vedi art. 1 comma 5 lettera B Regolamento (CE) n. 1072/2009 del 21.10.2009 G.U.C.E.L.300/72 del 14.11.2009).